1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Testata per la stampa
 
 
 

Contenuto della pagina

Fondo nazionale inquilini morosi incolpevoli - Legge 28 ottobre 2013, n. 124 - Riparto fondo anno 2015

  • che con D.D.G. n. 3251 del 28 Dicembre 2015, pubblicato nella GURS n. 4
  • del 22/01/2016, modificato dal successivo D.D.G. n.17 del 22 Gennaio 2016,
  • pubblicato nella GURS n.8 del 19/02/2016, è stato ripartito il Fondo nazionale
  • assegnato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per l'anno 2015
  • per gli Inquilini Morosi Incolpevoli, di cui alla Legge 28/10/2013, n.124,
  • sulla scorta del numero delle famiglie residenti nei Comuni Capoluogo di
  • Provincia e nei Comuni ad Alta Tensione Abitativa;
  • che la somma assegnata al Comune di Canicattì, per l'anno 2015, è pari ad
  • € 14.815,57;
  • che con deliberazione di G.M. n. 30 del  16 Marzo 2016  sono stati stabiliti i requisiti necessari per
  • usufruire del beneficio, nel rispetto delle linee guida approvate con delibera
  • della Giunta di Governo n. 253 del 7 ottobre 2015;
  • che per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta
  • impossibilità a provvedere al pagamento del canone locativo a ragione della
  • perdita o consistente riduzione della 
  • capacità reddituale del nucleo familiare, dovute ad una delle seguenti
  • cause: perdita del lavoro per licenziamento; accordi aziendali o sindacali con
  • consistente riduzione dell'orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o
  • straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale; mancato rinnovo
  • di contratti a termine o di lavoro atipici; cessazioni di attività
  • libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza
  • maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio
  • o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la
  • consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la
  • necessità dell'impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilavanti
  • spese mediche e assistenziali.
 

I cittadini interessati per potere beneficiare dei contributi destinati ai morosi incolpevoli di cui alla legge 28 Ottobre 2013, n. 124, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere un reddito I.S.E. non superiore ad € 35.000,00 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad  € 26.000,00; 
  • essere destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida e di ricadere nella disciplina ordinaria prevista per le procedure esecutive di rilascio;
  • essere titolare di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato e risiedere nell'alloggio oggetto della procedura di rilascio esecutivo per morosi da almeno un anno;
  • avere cittadinanza italiana, di un paese dell'Unione Europea, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all'U.E., possedere regolare titolo di soggiorno.
 

Scadenza 12 Aprile 2016